08 giugno 2017

Il mattino si vede dalle hemerocallis


Queste dovrò un po'liberarle, altrimenti soffocano!
Mi è appena suonata la sveglia, ma mi sono destata da un po', da prima che il gatto miagolasse per reclamare la merenda.
Il tempo passa velore, ma certi giorni sono davvero lunghi.
Tra un paio di giorni debutto con l'Antigone. Lunedì andrò a un corso a Genova, non vedo l'ora, ma in mezzo ci sono siepi da potare, preventivi per infissi, piccoli traslocchi di mobili, insomma un po' di impicci.
La cosa sicura di oggi è il vestito che indosserò, una fantasia di geometrie e fiori  del colore delle hemerocallis nella foto, su sfondo nero , un abito acquistato da Sasch circa 9, 10 anni fa, indossato tante volte, che è ancora delizioso. 

8 commenti:

franco battaglia ha detto...

Dio se mi manca il teatro... http://francobattaglia.blogspot.it/2016/07/sei-mesi-di-prove.html

Nel sud del nord ha detto...

Ma non dicevi che era un fiore maschile?? :-) Gli hemerocallis :-)

Sara ha detto...

Per me sono maschili ma dal punto di vista botanico sono femminili.

Alberto ha detto...

Gli abiti stagionati tirati fuori al momento giusto "cascano" sempre bene.

Francesco ha detto...

ci sono pure nel giardino del mio condominio, dovresti vederli sai?

Volkhvaar ha detto...

Mi sarebbe piaciuto venirti a vedere: non potendo ti rinnovo... cosa si dice agli artisti???
Beh... sono sicuro che sarai splendida!

Novella Semplici ha detto...

Qui hemerocallis gialle. Anche io amo il teatro, sia da spettatrice che da attrice. Ma ahimé, non è più il mio tempo.

M. ha detto...

mooolto belleeee!!!!