Gli evangelisti

Quando fa comodo anche l'opinione del papa serve per accreditare un'idea.
Curioso che fino a una una settimana fa o poco più quando  è stato approvato il provvedimento sul "fine vita", la religione cattolica spiccava a detta di taluni, per oscurantismo ed ignoranza e molto altro di brutto ancora.

8 commenti:

Lorenzo ha detto...

L'hanno messo li apposta, il Papa.
Le cose che dice non sono "opinioni" e non le dice cosi, per caso.
E' proprio questo il dramma.

Faccio notare che non esiste nessuna "religione cattolica", la religione è il Cristianesimo mentre è la Chiesa ad auto-definirsi "cattolica", cioè universale. Per semplificare al massimo i Cattolici sono quei Cristiani che attribuiscono al Vescovo di Roma, cioè il Papa, il primato, l'ultima parola in merito alla dottrina.

Storicamente il Vescovo di Roma ereditò anche il ruolo politico e militare dei Cesari e questo ci porta alla situazione, equivoca ancora oggi, per cui se il Cristo aveva nettamente separato gli ambiti di Dio e di Cesare, la Chiesa, volente o nolente ha invece incarnato entrambi, con alterne vicende e conseguenze più o meno nefaste.

Lorenzo ha detto...

A proposito dello "Jus Soli".
La "opinione" del Papa non solo non è materia di dottrina ma è anche una delle infinite ingerenze improprie nella vita pubblica degli Italiani.

Sulla questione in generale, è più o meno la stessa cosa delle "unioni civili" che si sono trasformate nel "matrimonio gay", un concetto paradossale perché la parola "matrimonio" è della stessa natura di "patrimonio" e significa "quello che spetta alla madre", poi il "matrimonio gay" si è trasformato nella istituzionalizzazione della pratica di fabbricare bambini, complice lo sfruttamento di donne-ovulatrici e donne-incubatrici, al fine di farne mercato per soddisfare i bisogni (?) degli omosessuali benestanti. Con l'idea di mettere gli Italiani davanti al "dato di fatto" di questi bambini senza genitori a cui in qualche modo bisogna trovare dare una casa e una famiglia e il "dato di fatto" di tante "pseudo-sacre-famiglie" dove si genera previa immacolata concezione.

Allo stesso modo lo "jus soli" non serve affatto a garantire i "diritti" ai bambini, dato che in Italia non esiste discriminazione di fatto tra Italiani e Stranieri, anzi, a volte gli stranieri hanno la precedenza, serve invece a istituzionalizzare la trasformazione del "soggiorno" che richiede un "permesso" in piena cittadinanza per i genitori e i congiunti fino ad un certo grado di parentela. Ovvero ad accelerare il processo che metta gli Italiani davanti al "dato di fatto" per cui l'Italia è "multietnica" e "meticcia".

Il fatto che gli Italiani accettino supinamente di essere forzati col braccio piegato dietro la schiena ad accettare il "dato di fatto" come PRASSI dimostra a che punto è arrivato il lavaggio del cervello operato sulle masse.

UnUomo.InCammino ha detto...

Ci sono pure i due oppi combinati, cattolicesimo e marxismo. Le droghe distorcono le menti.

La Laura ha detto...

In ospedale ho familiarizzato con un giovane prete. Fra le cose interessanti mi ha detto "il bello della chiesa è che ha le porte aperte. In entrata, ma anche in uscita" . Ho preso nota !

Biagioli Alessandro ha detto...

il papa ha rilasciato dichiarazioni dove si dice favorevole allo staccare la spina...

Sara ha detto...

@Alex da quello che ho sentito io direttamente la questione è sull'idrarazione.

Marco Poli ha detto...

Jorge Mario Bergoglio è il papa global.
In altre parole : il terminatore della Chiesa come l'abbiamo conosciuta. Diventerà una pura holding finanziaria come tutte le altre.

===

Biagioli Alessandro ha detto...

Tale confine è tracciato dal «principio di proporzionalità delle cure» – richiamato dal Papa in continuità esplicita con Pio XII e la Congregazione per la Dottrina della fede – per il quale si è tenuti a ricorrere a una cura e a non interromperla quando si dà un rapporto di debita proporzione tra essa e «il risultato che ci si può aspettare, tenuto conto delle condizioni dell’ammalato e delle sue forze fisiche e morali». Motivo per cui «è moralmente lecito rinunciare all’applicazione di mezzi terapeutici o sospenderli quando il loro impiego non corrisponde a tale principio», evitando di «accanirci inutilmente contro la morte


preso da Avvenire ognuno puo interpretarle come pensa.io vedo da dx una associazione tra sx e chiesa per rimpinguare tessere sindacali e preti e quindi ci si aiuta a vicenda ..